L’attenzione straordinaria su tutto ciò che riguarda lo star bene e il benessere – trasversalmente alla fasce di possibilità e di reddito - al di là delle tendenze di mercato, è motivata anche da scelte scientifiche. Una ricerca pubblicata recentemente sulla rivista Nature, indica in almeno un'ora alla settimana a contatto con la naturalità e con se stessi la dose necessaria per vivere in serenità e sconfiggere lo stress.
Non a caso in questi anni, alla crescita già consolidata dei centri benessere alberghieri, si assiste a una progressione sempre più significativa del private wellness residenziale; uno spazio prezioso tra le confortanti pareti domestiche.
Riuscire a costruire uno spazio benessere a regola d'arte, in una residenza privata così come in una struttura ricettiva, non è solo questione di spazi, costi e soluzioni "da catalogo", ma è soprattutto la capacità di avere un'idea guida forte che riesca ad offrire una visione del successo o del “benessere” di un progetto nuovo o di ristrutturazione; senza tralasciare una passione di fondo, che è fatta di conoscenza anche verso il modo di ricercare il benessere di popoli antichi o distanti.
Perché tutto parte dal progetto, che deve essere anzitutto funzionale e capace di rispondere agli obiettivi. L'aspetto estetico e i prodotti sono ovviamente altrettanto centrali e diventano una scelta conseguente.

by Ilenia Girolami

To be continued in the next post. Stay tuned